Art. 1 È costituita, ai sensi delle legge 383/00,l’associazione di promozione sociale denominata TOSCANA ETICA che persegue il fine esclusivo della soli- darietà sociale, umana, civile, culturale e di ricerca etica.

Art. 2 TOSCANA ETICA è un’associazione che non ha fini di lucro neanche indiretto ed opera esclusivamente per fini di utilità sociali.

L’associazione è apartitica e si atterrà ai seguenti principi: assenza di fine di lucro, democraticità della struttura, elettività e gratuità delle cariche sociali.

In particolar modo le finalità associative sono quelle di promuovere e valorizzare il rispetto delle culture, dell’ambiente, degli animali, della persona.

Lo scopo prioritario dell’associazione è “valorizzare e far emergere nuovi stili di vita “.

Art. 3 L’associazione ha sede attualmente in Firenze e potrà istituire o chiudere sedi secondarie o se- zioni anche in altre città d’Italia o all’estero mediante delibera del Consiglio direttivo.La sede potrà essere trasferita con semplice delibera di assemblea.

Art. 4 L’associazione  è diretta a:

1) Sostenere e mettere in risalto le imprese che si comportano correttamente rispetto a quelle che, invece,inseguono il profitto senza rispettare persone, animali, ambiente e qualità dei prodotti.

2) Cercare nuove possibilità per creare le regole di un’economia locale in contrapposizione a quelle dettate da un’economia consumistica e globalizzata.

3) Creare un comportamento critico ed etico nel fruitore di questo progetto, perchè arrivi a scegliere una tipologia di prodotti che non arrechino danni a persone, animali, ambiente.

4) Trasmettere e stimolare stili di comportamentoche siano conformi ad un consumo e ad un turismo sostenibile come: acquisto di prodotti locali, biologici e di qualità, acquisto di prodotti equo e solidali, consumare meno energia, consumare meno acqua,consumare meno carta inquinare meno i fiumi, i laghi e il mare, andare a piedi, in bici, usare i mezzi pubblici e collettivi, salvaguardare la propria salute.

5) Creare una rete di informazioni e messaggi che siano alla portata di tutti e possibilmente consoni all’offerta e alla domanda.

L’associazione si propone di:

a) far acquisire dignità culturale alle tematiche legate alla sostenibilità, alla decrescita e  allo sviluppo locale;

b) individuare i prodotti alimentari, artigianali e le modalità di produzione legati al  territorio;

c) creare una rete di informazione e sensibilizzazione, con l’obiettivo di stimolare una consapevolezza verso i temi proposti dall’associazione;

d) promuovere la pratica di una diversa qualità della vita, rispetto dei tempi naturali, dell’ambiente, degli animali, favorire una rete di informazioni condivisibili;

e) sollecitare l’attenzione dell’opinione pubblica verso le tematiche ambientali, sociali e di genere, consolidare e ricercare un’etica dei valori femminili dal lavoro manuale a quello culturale e artistico lasciando spazio a idee e progetti rivolti come priorità a un utenza femminile;

f) salvaguardare e valorizzare la biodiversità e le tradizioni di ogni singola provincia.

Finalità del “progetto associativo” 

a) ideare, realizzare, organizzare e sostenere progetti ed attività, sia propri sia di terzi, per lo sviluppo di forme di eco-sostenibilità per avvicinare produttori e consumatori al fine di contrastare la crescente omologazione dei consumi;

b) ideare, realizzare, organizzare e sostenere progetti ed attività, sia propri sia di terzi, per promuovere la conoscenza e la fruizione dei prodotti del territorio anche attraverso l’organizzazione di iniziative di turismo sostenibile;

c) valorizzare l’opera di coloro che, anche al di fuori dell’associazione, hanno contribuito al conseguimento delle sue finalità, attraverso il conferimento di premi,campagna di raccolta fondi, l’erogazione di contributi, la diffusione e la pubblicizzazione dei risultati che hanno ottenuto;

d) ideare, realizzare, organizzare e sostenere progetti ed attività, sia propri sia di terzi, per promuovere e organizzare programmi culturali, da proporre ai soci, a tutti i cittadini edagli operatori del settore, per diffondere le tematiche caratterizzanti l’associazione;